Sara Say

Ceglie Messapica 1989 – Amigurumi

All’età di otto anni, incuriosita dal lavoro a maglia di mia nonna, ho iniziato per gioco a maneggiare anch’io coi ferri. Con gli anni, questo gioco è stato un susseguirsi di scoperte e di idee. Creare sciarpe e cappelli iniziava a diventare un lavoro troppo monotono e ripetitivo così ho cominciato a cercare qualcosa di più stimolante e divertente, ed ecco che ho scoperto gli amigurumi.

AMIGURUMI è un’arte giapponese di lavorare all’uncinetto piccoli animaletti o creature antropomorfizzate. Ami significa lavorare a maglia o all’uncinetto, e nuigurumi, significa peluche. Sono creati e collezionati per ragioni estetiche, infatti loro caratteristica è essere kawaii cioè carini.

Pian piano è diventata una vera e propria mania! Iniziando a lavorare seguendo degli schemi, ho capito che si può creare quasi tutto, da semplici forme geometriche a personaggi di cartoni animati, da accessori ( orecchini, spille, collane, fermagli) a vere e proprie installazioni.

Ha organizzato e partecipato a diverse mostre- fiere nel mio paese e dintorni col mio gruppo Paper MOnkey, un laboratorio artistico di giovani donne cegliesi che nasce dal sogno di creare con le nostre mani oggetti e manufatti usando svariate tecniche.

Arte elevata al comune_Food Art 2011

Luglio/Agosto 2011, Castello Ducale di Ceglie Messapica

Annunci